Il 2015 consapevole

L’inizio dell’anno nuovo è da sempre tempo di tirare le somme dell’anno passato e di costruire nuovi buoni propositi. Il 2014 è stato per me un anno passato di corsa senza troppi entusiasmi: un lavoro poco soddisfacente, con troppi straordinari; troppa stanchezza e di conseguenza troppo poco tempo da dedicare al tempo libero e ai miei interessi. Decisamente “troppo”! Ma per questo 2015 ho buone prospettive. Questi sono i buoni propositi che mi auguro riusciremo tutti a mettere in pratica quest’anno:

  1. RIDERE. La scienza sta dedicando un’intero ambito, la gelotologia, allo studio del riso. Gli effetti positivi della risata sono molteplici: aumento dell’ossigenazione del sangue, stimolazione della produzione di endorfine, anticorpi e serotonina,  miglioramento dell’autostima e abbassamento dei livelli di stress e ansia. La risata ha quindi un potere protettivo e rinforzante del sistema immunitario, riduce l’ansia e apporta una sensazione di benessere. Non a caso sono molteplici gli usi medici della risoterapia: dalle terapie oncologiche, alla pediatria, alla psicoterapia, alla clownterapia (resa celebre dal film “Patch Adams” con Robin Williams). Se gli effetti di una semplice risata sono così stupefacenti, perchè non provare?
  2. RESPIRARE. Spesso ci dimentichiamo l’importanza del respirare bene. Attraverso la respirazione apportiamo ossigeno al corpo ed espelliamo le sostanze tossiche prodotte: se imparassimo a respirare bene, saremmo più forti, più sani e più rilassati. Respirare correttamente aiuta ad attenuare traumi e sofferenze, ed è utile in caso di stress, attacchi di panico e di ansia. Prendiamoci un minuto per respirare profondamente ogni volta che ci sentiamo stressati o ansiosi: ci aiuterà a rilassarci e ad affrontare la situazione più lucidamente.
  3. MEDITARE. I vantaggi della meditazione sono provati dalla scienza. Una sessione di meditazione, seppur breve, migliora l’intera giornata; ci consente di essere positivi, sereni, rilassati, empatici e aumenta la concentrazione. La meditazione ci rende consapevoli dei nostri pensieri e ci aiuta, nello stesso tempo, a prenderne le distanze, quasi fossimo degli osservatori esterni. Ciò ci aiuta a valutare le situazioni in modo lucido e meno stressante. Nella meditazione è fondamentale il respiro, che consente di focalizzarci sul presente. Concentrandosi sulla respirazione, ci estraniamo dal turbinio di pensieri, di collegamenti, di ansie che la mente produce, regalandoci una immediata sensazione di benessere.
  4. DECRESCERE FELICEMENTE. Negli ultimi mesi mi sono documentata molto sull’argomento della decrescita felice, leggendo vari libri di Latouche e Pallante. Trovo che la decrescita sia l’unico rimedio a questo mondo che sta andando in rovina per colpa di una mentalità economica volta alla crescita infinita, in un pianeta a risorse limitate. La decrescita si applica nelle piccole azioni quotidiane: l’autoproduzione, la scelta di ridurre i consumi, l’opporsi ad un sistema che ci vuole consumatori non pensanti, il ritorno alla frugalità, la scelta di non acquistare merci inutili solo perchè ci viene imposto dalla pubblicità, l’essere critici. Le nostre scelte, i nostri comportamenti possono influire notevolmente sulla società. Scegliamo di vivere felicemente, dando importanza agli affetti, all’essere persone ogni giorno migliori, riappropriandoci del Tempo e opponiamoci alla mentalità dell’avere per essere qualcuno, all’essere merci noi stessi, del guadagnare denaro per sperperarlo comprando cose inutili. Decresciamo felicemente.
  5. VIVERE CONSAPEVOLMENTE. La nostra vita è condizionata da scelte, e ad ogni scelta corrisponde un esito. E’ fondamentale quindi fare le cose con attenzione e non per abitudine, è necessario rendersi consapevoli di quello che si sceglie, interrogarsi e darsi delle possibili soluzioni. Essere consapevoli delle proprie scelte ci rende più determinati, più convinti, più vincenti, ci aiuta ad affrontare situazioni stressanti senza troppe ansie, e ci rende più felici. Quest’anno, scelgo consapevolmente di non nutrirmi di crudeltà. Scelgo consapevolmente di ridurre il mio impatto sull’ambiente, riducendo i rifiuti, scegliendo prodotti sfusi, autoproducendo il possibile e non sprecando le risorse. Scelgo consapevolmente di oppormi al sistema, che mi vuole un essere non pensante, una consumatrice non critica e una cittadina ignorante e quindi ricattabile.

Buon CONSAPEVOLE 2015 a tutti voi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...