La gastrite psicosomatica: significato, cure naturali e alimentazione.

images

La stretta connessione fra corpo e mente è stata ormai confermata dalla medicina; stress, preoccupazioni e pensieri negativi vengono somatizzati in modi diversi: emicrania, dolori e rigidità muscolare, palpitazioni, tremore, vertigini, etc. Fra le sintomatologie più comuni ci sono quelle a carico dello stomaco. In medicina psicosomatica, lo stomaco viene considerato il luogo dove “riconosciamo-accettiamo” oppure “rinneghiamo- rifiutiamo” tutto il nutrimento sotto forma di cibo, di emozioni e di affetti.

La gastrite, nello specifico, è un’infiammazione della parete interna dello stomaco dovuta all’aumento dell’acidità dello stomaco e può essere di tipo acuto o cronico. Nelle forme acute, la persona avverte forte dolore o bruciore nella parte alta e centrale dell’addome che si irradia talora al petto quando è coinvolto anche l’esofago, nausea e vomito. Nelle forme croniche è presente senso di pesantezza, bruciore, gonfiore addominale, digestione laboriosa con eruttazione. Il decorso è breve nelle forme acute, mentre nelle croniche è lungo e la guarigione è spesso difficile.


IL SIGNIFICATO DEI SINTOMI

Nella gastrite i diversi sintomi risultano collegati a specifici significati simbolici. La gastrite che dà un dolore stringente (“come se mi stringessero”) può riferirsi a situazioni sentite come soffocanti: chi la avverte potrebbe essere indeciso tra l’agire di “testa” e l’agire “d’impulso”. La forte acidità è simbolica del fuoco che divampa. Si riferisce ad un sentimento, come ad esempio la rabbia, che vorrebbe scoppiare ma viene represso,  “corrodendo” internamente. La nausea simboleggia una situazione che viene avvertita come invasiva, pericolosa e indigesta.Il corpo si assume l’onere di esprimere il rifiuto che non si riconosce a livello cosciente: ecco che continue eruttazioni possono significare che la persona sta cercando di segnalare un disagio di fondo. In questo modo lo stomaco mette in atto la sua sonora protesta, riversando contro l’ambiente ostile la sua aggressività incontrollabile.


L’ALIMENTAZIONE DA SEGUIRE

Chi soffre di gastrite (sia acuta che cronica) deve seguire delle regole alimentari specifiche, finchè il problema non si attenua. I cibi consentiti sono: riso, patate, olio di oliva, frutta non acida (evitare gli agrumi), verdure. Con moderazione si possono consumare latte e yogurt parzialmente scremati, carni bianche; pesce magro e formaggi magri freschi. I cibi devono essere preparati con metodi di cottura leggeri: a vapore, in padella con cotture brevi o alla griglia (facendo ben attenzione a non bruciare l’alimento). Gli alimenti che possono aggravare il problema sono quelli ricchi di grassi; quindi carni e pesci grassi o conservati (sotto sale, sott’olio, affumicati ecc.); formaggi grassi (soprattutto quelli fermentati come il gorgonzola); intingoli vari. Da evitare assolutamente  bevande alcoliche (specie i superalcolici), alimenti fritti, caffè,tè e  bibite gassate.


CURE NATURALI

La cura della gastrite deve da una parte basarsi sulla cura della sintomatologia fisica, dall’altra bisogna agire riducendo le preoccupazioni e gli alti livelli di stress. Se la gastrite non è in una forma molto severa, prima di ricorrere ai farmaci è possibile provare a modificare alcuni comportamenti alimentari. Oltre a seguire una dieta bilanciata, bisogna fare dei pasti frequenti e leggeri, masticare molto bene gli alimenti ed evitare di bere durante i pasti. Per ridurre i livelli di stress, niente di meglio che praticare uno sport rilassante ma non troppo faticoso come la camminata, meditare e rilassarsi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...