Natale è alle porte

download

Negli ultimi giorni sono stata assente dal blog perchè “ingurgitata” negli impegni lavorativi e scolastici che mi hanno tenuta lontana dalla cucina (sob!). Mi è dispiaciuto moltissimo non aver potuto godere di tempo libero in questo periodo: avevo molte ricette in mente che volevo provare. Prime in lista delle ricette di biscotti salati che volevo regalare agli amici al posto dei classici biscotti dolci. Pazienza: sarà per l’anno prossimo!

E ora momento curiosità: avete già pensato al menù per il Natale? Cosa proporrete ai vostri ospiti? Festeggerete anche la Vigilia?

Un abbraccio a tutti!

Biscotti di Natale

candy-cane-cookies-1

Eccoli qui! I biscotti di Natale anche a casa Verdolina! Ripropongo le ricette già testate l’anno scorso, prima di passare ai biscotti salati (la novità del 2016).

Ed è finalmente ora di fare i biscotti di Natale! La casa si riempie di profumi speziati e agrumati e si lavora con un sottofondo di canzoni natalizie. E si impasta e si inforna e si sforna e si decora e si assaggia. E poi arriva il momento di preparare i pacchettini da offrire in dono agli amici e si scatena la fantasia.
Ecco qui le ricette dei sei tipi di biscotti che ho preparato proprio oggi. Piccole raccomandazioni: il burro deve essere a temperatura ambiente e per fare in modo che i biscotti si conservino fino a Natale bisogna tenerli in contenitori in metallo. Io oggi mi sono divertita moltissimo: spero sia lo stesso anche per voi 🙂


BISCOTTINI TONDI CON MARMELLATA

INGREDIENTI (20 biscotti):
*175g farina
*1 giallo d’uovo
*120g burro
*90g zucchero
*75g marmellata di lamponi
*75g marmellata di albicocche
*aroma di vaniglia

DSC07497

PREPARAZIONE:
1) Versare la farina sul piano di lavoro e aggiungere il rosso d’uovo e delle noci di burro, poi lo zucchero e l’aroma di vaniglia.
2) Impastare tutto con le mani lavorando dall’esterno verso l’interno finchè non si ottiene un impasto compatto e omogeneo.
3) Coprire l’impasto con della pellicola e lasciare riposare in frigo almeno un’ora.
4) Stendere l’impasto e formare dei cerchi di diametro di 4cm.
Posizionare i cerchi su una piastra ricoperta di carta da forno e creare dei piccoli buchi al centro dei biscotti.
5)Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti. Togliere dal forno e lasciare raffreddare.
6) Versare a pioggia su metà dei biscotti dello zucchero a velo e sull’altra metà del cacao in polvere.
7) Riempire i buchi dei biscotti con le marmellate.


LUNETTE ALL’ARANCIA

INGREDIENTI (70 biscotti):
*200g farina
*1 giallo d’uovo
*125g di burro
*75g di zucchero
*granella di mandorle
*scorza gratuggiata di una arancia
*zucchero vanigliato

PREPARAZIONE:

1) Versare la farina sul piano di lavoro, formare un buco al centro e versare il rosso dell’uovo. Aggiungere delle noci di burro, lo zucchero, le mandorle e metà della scorza d’arancia. Lavorare l’impasto dall’esterno verso l’interno con le mani.
2) Avvolgere l’impasto con della pellicola e lasciare riposare in frigo per almeno 1 ora.
3) Prelevare delle piccole porzioni di impasto e formare su lpiano infarinato delle lunette, quindi posizionarle sulla piastra ricoperta da carta da forno.
4) Cuocere per 10 minuti a 180°.
5) Mescolare lo zucchero vanigliato con la restante scorza d’arancia e passareci delicatamente le lunette.
6) Lasciare raffreddare. Conservare in una scatola in metallo.


CUORI AL CIOCCOLATO

INGREDIENTI (35 biscotti).
*150g farina
*1 giallo d’uovo
*100g di burro
*75g di zucchero
*zucchero vanigliato
*50g di codette di cioccolato
*1 porzione di cioccolato scuro da copertura

DSC07505

PREPARAZIONE:
1) Versare la farina sul piano di lavoro, versarci il rosso d’uovo, il burro a pezzetti, lo zucchero, lo zucchero vanigliato e le codette di cioccolato. Impastare con le mani infarinate dall’esterno verso l’interno finchè non si ottiene un imoasto compatto e omogeneo.
2) Avvolgere l’impasto nella pellicola e lasciare riposare in frigo per almeno un’ora.
3) Stendere l’impasto sul piano infarinato e formare dei cuori con gli stampini. Posizionare i cuori sulla piastra coperta di carta da forno e cuocere i biscotti per 12 minuti a 180°.
4) Sciogliere il cioccolato e ricoprire i cuori a metà. Lasciare raffreddare.


BISCOTTI ALLE SPEZIE

INGREDIENTI (35 biscotti):
*175g di farina
*1\2 cucchiaino di lievito istantaneo
*1 giallo d’uovo
*125g di burro
*50g di zucchero
*aroma di limone
*cannella in polvere
*chiodi di garofano in polvere
*50g di nocciole in polvere
*100g di marmellata di lamponi
*1/2 porzione di cioccolato scuro di copertura

PREPARAZIONE:
1) Versare la farina sul piano di lavoro e formare un buco al centro. Versarci il giallo d’uovo, delle noci di burro, lo zucchero, l’aroma di limone, la cannella, i chiodi di garofano e le nocciole. Lavorare con le mani infarinate fino ad ottenere un impasto omogeneo.
2) Avvolagere con la pellicola e lasciare riposare in frigo per almeno 1 ora.
3) Stendere l’impasto sul piano infarinato e ricavarne dei rettangoli 2x6cm con una ruota da pasticceria. Posizionare i rettangoli su una piastra ricoperta di carta da forno e cuocere per 10-15 minuti a 180°. Toglierli da forno e lasciarli raffreddare.
4) Unire due rettangoli con la marmellata e, dopo aver fuso il cioccolato di copertura, ricoprire a metà ogni biscotto.


PAINS D’EPICES AL CIOCCOLATO:

INGREDIENTI (15\20 biscotti):
*2 bianchi d’uovo
*1 presa di sale
*150g di zucchero a velo
*100g polvere di mandorle
*50g di cioccolato fondente grattato
*50g di uvetta
*50g di datteri
*50g di fecola
*200g di cioccolato scuro da copertura

PREPARAZIONE:
1) Sbattere i bianchi a neve ferma con il sale, incorporare lo zucchero a velo progressivamente.
2) Aggiungere la polvere di mandorle, il cioccolato grattato, l’uvetta e i datteri a pezzettini e la fecola.
3) Stendere l’impasto con un centimetro di spessore, ricaverne dei cerchi e cuocere in forno a 160°\170° per 15-20 minuti.
4) Togliere dal forno e lasciare raffreddare.
5) Sciogliere il cioccolato fondente a bagno maria e ricoprire i pains d’epices.


MACARONS AL COCCO

INGREDIENTI (40 biscotti):
*4 bianchi d’uovo
*300g di zucchero a velo
*350g (+100g per la copertura) di cocco grattato

PREPARAZIONE:
1) Sbattere con la frusta i bianchi d’uovo a neve molto ferma quindi aggiungere lo zucchero a velo continuando a sbattere fino a che lo zucchero non si incorpora completamente.
2) Incorporare la noce di cocco delicatamente. Se l’impasto dovesse risultare troppo morbido, aggiungere del cocco.
3) Con l’aiuto di un cucchiaio, posizionare sulla piastra da forno delle porzioni di impasto, coprire con il cocco restante e cuocere in forno preriscaldato per 15\20 minuti a 160°.
4) Togliere dal forno i macarons e lasciare raffreddare.

E questa è la tavolata come si presenta ora:

DSC07564

Le foto sono tratte dai siti: Tiramisù storyGialloZafferanoItaly on my mindDolcetti al coccoLa cuisine d’AnnaLexpressBenedetta Parodi.

Burger veg di legumi e finocchietto

burger-vegetali-1

Continuo la serie di ricette detox con questi burger spettacolari! Come ormai sapete, amo i burger vegetali: sono comodi, si preparano in un momento, sono ottimi spazzini del frigo e si possono congelare appena raffreddati e scongelare comodamente al momento del bisogno. Fin’ora avevo sempre preparato burger mono-legume, ovvero solo con lenticchie, solo con ceci o solo fagioli; ma siccome mi sentivo sovversiva, l’altro giorno ne ho mischiati ben due insieme, ottenendo un bi-legume. Sono molto soddisfatta del risultato, e penso che il bi-legume verrà provato in diverse maniere. Gli ingredienti sono pochi e semplici: una lattina di ceci, una di lenticchie, le foglioline del finocchio, sale, olio EVO, una confezione di cracker e 4 cucchiai di parmigiano grattuggiato. Per prima cosa si scolano e si risciacquano (BENE!) i legumi e li si piazza in una bella ciotola capiente, quindi si aggiungono tutti gli altri ingredienti (cracker ridotti in polvere e foglie del finocchio tagliate finemente) e si schiaccia tutto con le mani. Si prova a formare i burger: se il composto è troppo umido, aggiungere cracker (o pane grattuggiato o farina), se è troppo secco, aggiungere un poco di olio o acqua. Cuocere i burger in una padella in olio caldo per circa 5 minuti per lato. L’invitantissima foto è tratta dalla pagina Viveresani, che vi consiglio di visitare. Buona serata!

Raffreddore: curarsi col cibo

raffreddore

Eccoci qua alle prese col primo raffreddore di stagione. I sintomi ormai li conosciamo tutti: inizia con uno starnuto, poi un altro, poi inizia a grattare la gola, a colare il naso e così via, fino a ritrovarci febbricitanti a passare la giornata sul divano (io oggi). Poichè non è una malattia grave, sarebbe opportuno evitare troppi medicinali e, se possibile, concedersi qualche giornata di riposo per consentire al corpo di combattere contro i virussetti. Per aiutare i processi di difesa dell’organismo, possiamo scegliere degli alimenti specifici. Sappiamo che la vitamina C è di grande aiuto nel caso di raffreddori e influenze, quindi è opportuno in questi casi scegliere alimenti che ne siano ricchi. Nella Top 5 degli alimenti ricchi di vitamina C troviamo: peperoni, ribes, peperoncini piccanti, guava (nei super meglio forniti la si trova sotto forma di succo) e succo d’uva (in cima alla classifica, con 340mg di vitamina C per 100g di prodotto). Rispetto a questi alimenti, gli agrumi si collocano più in basso nella classifica, ma rimangono ottime fonti di vitamina C (e sono buonissimi). Fra gli alimenti da preferire vi sono inoltre le crucifere (broccoli, cavolfiore, broccoletti di Bruxelles, etc.), aglio, cipolla e la frutta secca. Inoltre, possiamo arricchire i nostri piatti con le spezie. Oltre al già citato peperoncino, possiamo utilizzare lo zenzero, la curcuma e la cannella. Come dolcificante, scegliamo il miele, che, a differenza dello zucchero raffinato, contiene moltissime vitamine e minerali.

Il Risolfiore (ovvero il risotto di cavolfiore)

IMG_5485_edited

Ripropongo oggi una ricetta detox provata qualche tempo fa: si tratta del risotto senza riso, ovvero il risotto fatto con il cavolfiore…La parte più noiosa è tagliuzzare il cavolfiore a piccole scaglie (delle dimensioni dei chicchi di riso), ma la cottura  è velocissima e soprattutto è buonissimo! Una ricetta particolare e squisita per rendere il cavolfiore protagonista del nostro pasto.

INGREDIENTI (per persona):

  • 1/2 testa di cavofiore
  • 1/4 cipolla rossa
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2cc olio EVO
  • 0,1g zafferano
  • sale
  • pepe
  • semi di chia

PREPARAZIONE:

  1. Tagliare le infiorescenze del cavolfiore a cimette, quindi affettarle sottilmente a coltello ottenendo una grana delle dimensioni dei chicchi di riso.
  2. Sminuzzare sottilmente la cipolla quindi farla soffriggere insieme alla testa d’aglio in un cucchiaino di olio di oliva.
  3. Dopo due minuti aggiungere il cavolfiore, salare e pepare e saltare il tutto per quattro minuti.
  4. In una tazzina da caffè, sciogliere lo zafferano in poca acqua, quindi sfumare il “risotto” con l’acqua e zafferano e lasciare evaporare.
  5. Servire condendo con del pepe e dell’olio e guarnendo con dei semi di chia

Grazie a Francesca di ioeteconunthe per l’idea sul nome 😉

Carpaccio di Mopur, rucola e grana

carpaccio-mopur

E non c’è da aggiungere altro 😀 Seconda ricetta detox, che io amo particolarmente. In pratica, si prende il Mopur (del quale parlo in questo articolo: Recensione: Carpaccio aromatico di Mopur), lo si dispone su un piatto, gli si mette sopra la rucola, il grana in scaglie (o un altro formaggio vegan, se preferite), dell’olio EVO e del succo di limone ed è pronta la cena. Per chi non lo conoscesse, il Mopur è un alimento derivante dalla farina di legumi, molto proteico e salutare, ma soprattutto BUONISSIMO! Dico davvero, difficilmente amo le cose confezionate, preferisco di gran lunga fare tutto a casa, ma del Mopur non posso più fare a meno. Lo consiglio a tutti, specialmente a chi sta “transitando” da una dieta onnivora ad una vegetariana, perchè il suo sapore è molto simile alla bresaola. E non è da sottovalutare il fattore comodità: per chi, come me, se la barcamena fra lavoro, famiglia, studio, tesi, tirocinio e chi più ne ha, più ne metta, il Mopur è un ottimo salva-cena. Buon appetito!

Foto tratta dal sito Dieta vegana.